Viagrande C/5

Nino Spina, cessione “eccellente” alla Meta Catania C5

Nino Spina e Santi Di Mauro

Antonino SPINA e coach DI MAURO

Prestigiosa cessione in casa VIAGRANDE C5, con il passaggio – in prestito – del giovane Antonino SPINA alla Meta Catania C5. Il promettente esterno (classe 2003) farà parte dell’Under 17 guidata da coach Seby Giuffrida, che già da tempo seguiva il ragazzo nato e cresciuto nelle giovanili del VIAGRANDE C5. Un riconoscimento questa cessione soprattutto al buon lavoro svolto dal direttore del settore giovanile del club viagrandese Santi Di Mauro, che ha “forgiato” Spina dai primi calci fino al lancio in prima squadra (C2), passando anche da numerose convocazioni in rappresentativa regionale e i gol a “grappoli” nella categoria Giovanissimi. Santi Di Mauro saluta così il suo piccolo campione: “Un pizzico di emozione c’è quando un ragazzo che hai cresciuto riceve una chiamata da parte di un club importante e prestigioso come la Meta, spiega il direttore delle giovanili del VIAGRANDE C5. Questo gratifica il mio e il nostro lavoro, ma per quanto espresso in questi anni e per i grandi progressi tecnico-tattici Nino Spina meritava quest’opportunità. E’ un ragazzo in possesso di una grande maturità nonostante la giovane età. E’ consapevole di avere mezzi notevoli nel suo bagaglio calcistico, ma è sempre pronto al lavoro e al sacrificio per i compagni. L’ho accompagnato in questi anni nel processo di crescita e d’accordo con la società non abbiamo avuto esitazioni nel lanciarlo già in serie C2 nel finale della scorsa stagione, ricavandosi uno giusto spazio per un ragazzo appena quindicenne. E’ giunto il momento adesso per un risalto di primo piano nel futsal per Nino Spina, e noi come VIAGRANDE C5, fieri del nostro ragazzo, l’abbiamo immediatamente concessa. Poi per chi come me lo ha cresciuto e adesso vederlo in una delle massime espressioni del futsal nazionale come la Meta è una soddisfazione immensa. Vai Nino, il VIAGRANDE C5 è fiero di te. E che il futuro possa riservarti le migliori fortune”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *