Viagrande C/5

MARIO COSTANZO, il Presidente lungimirante

 

Il presidente del VIAGRANDE C5 MARIO COSTANZO

 

E’ sempre presente nei momenti importanti e decisivi per le sorti della sua squadra, quando le parole da massimo dirigente e da presidente ‘’suonano’’ la carica per il suoi ragazzi. Alla vigilia del delicatissimo match del VIAGRANDE C5 contro l’Hellenika – sabato 7 Aprile 2018 ore 17 Viagrande C/5 Stadium – parla il patron MARIO COSTANZO. Penultimo atto di questo tribolato campionato di serie C2, con i biancazzurri guidati da coach MASSIMO ROCCHI chiamati a dare il meglio di se in queste restanti due gare per centrare la salvezza magari senza la coda fastidiosa dei playout. Ma il tutto passa dalla gara contro l’Hellenika, dove occorre necessariamente centrare la vittoria. Allora presidente COSTANZO, ci siamo, come sempre il suo club nella fase primaverile regala scariche di adrenalina per centrare obiettivi importanti. Lo scorso anno in questo stesso periodo si viveva l’elettrizzante attesa per una possibile promozione dalla D, quest’anno invece in palio c’è la salvezza. I tifosi del VIAGRANDE C5 di certo non si annoiano da quando MARIO COSTANZO presiede questo club. <<E’ proprio così, vogliamo vivere emozioni forti di futsal, i campionati anonimi e senza stimoli non fanno per noi – ci spiega durante la nostra lunga chiaccherata il presidente mentre la squadra lavora intensamente nell’allenamento serale del giovedì ->>. Presidente aldilà delle battute, il campionato che sta per concludersi è stato pieno di difficoltà e di certo non in linea con quelle che erano le aspettative della società ad inizio stagione quando ha allestito la squadra. <<Avevamo detto fin da subito che il VIAGRANDE C5 puntava a salvarsi, cosa che sono certo accadrà comunque, ma speravamo in un altro tipo di salvezza, senza tutti questi patemi. Quando abbiamo allestito la rosa quest’estate eravamo certi di aver fatto un buon lavoro e che avremmo potuto offrire un futsal che poteva portarci a mantenere la categoria senza troppi problemi. Insieme con il coach ROCCHI avevamo messo sù una squadra in grado di ben figurare in questa C2, con diverse opzioni nei ruoli, un numero di componenti della rosa ben assortito e composto da esperti e giovani per un mix che pensavamo fosse giusto>>. E invece presidente come accade spesso in parecchie società quello che fa in estate spesso viene smentito dai risultati nella primavera seguente. Questo VIAGRANDE C5 si è ritrovato con una squadra diversa rispetto a quella ipotizzata. <<Proprio così. Ci siamo ritrovati per problematiche varie con una rosa ben diversa rispetto a quella costruita in estate. E spesso il coach ha dovuto lavorare in condizioni precarie a causa dell’organico ridotto. I risultati ovviamente alla luce di questi problemi che abbiamo avuto non potevano che essere questi>>. Nei momenti più difficili il presidente COSTANZO è stato sempre molto vicino alla squadra, cercando di capire con il dialogo con tecnico e giocatori i motivi di un rendimento non certo positivo. <<Questa è una nostra caratteristica societaria, abbiamo un dialogo continuo con i nostri tesserati, e prima di assumere decisioni cerchiamo di capire con il confronto dove si può migliorare. Siamo consapevoli che grazie anche a questo nei momenti più difficili si può capire il perché delle fasi critiche e insieme uscirne fuori>>. Presidente, in tutta onesta, ma davvero dopo quella lunga scia di sconfitte consecutive non gli è passato in mente di prendere qualche decisione drastica per cambiare il corso delle cose? In fin dei conti questa squadra è stata sempre nelle ultime due posizioni di classifica. <<E’ naturale che dopo una serie di sconfitte e dopo che vedi la tua squadra relegata lì in fondo alla graduatoria si pensi a cambiare guida tecnica e giocatori. Credo che qualsiasi società l’avrebbe fatto, ma io i progetti amo portarli a compimento, e quello fatto con il coach ROCCHI quest’estate non mi andava di modificarlo solo perché i risultati ci erano contrari. Posso tranquillamente affermare che per lunghi tratti della stagione questa squadra non è stata soddisfacente e la società non era per niente contenta del rendimento. Devo dire però che nelle ultime settimane c’è stato un repentino cambiamento che ci ha portato a miglioramenti visibili sia nel gioco che nei risultati>>. Presidente, ultime settimane con assetto tattico della squadra leggermente diverso rispetto ai mesi precedenti. Abilità questa di un tecnico come coach ROCCHI che ha percepito le difficoltà di queste squadre portandola a giocare un futsal più pratico. <<MASSIMO ROCCHI sa fare benissimo il suo lavoro. Ha avuto delle difficoltà nell’integrare la rosa ai suoi intendimenti tattici, poi come detto le problematiche dell’organico con parecchie defezioni. Se coach ROCCHI ha deciso di modificare qualcosa l’ha fatto solo per il bene di questa squadra e se poi come dimostrato nelle ultime settimane arrivano anche i risultati si deve solo apprezzare la bravura di un tecnico>>. Fra le poche note positive della stagione Presidente c’è da rimarcare il debutto in prima squadra di NINO SPINA, un prodotto del vostro vivaio sempre più florido. <<Questo mi ha riempito di grande gioia e soddisfazione, intanto per il ragazzo, che oltre ad essere un promettente giocatore è un ragazzo splendido per educazione, dedizione all’impegno e passione per il futsal>>. E poi Presidente l’altra nota positiva, il VIAGRANDE C/5 STADIUM. <<Positiva e fondamentale per il nostro club. Abbiamo una casa tutta nostra, dove poterci allenare e far crescere il nostro vivaio che posso già annunciare nella prossima stagione sarà ampliato, abbiamo intenzione infatti di disputare oltre il torneo under 15 anche l’under 17. Teniamo particolarmente poi anche all’attività di base della scuola calcio, curata come sempre da SANTI DI MAURO. E’ il settore giovanile che mi stimola a continuare ad impegnarmi per questo club. Vedere i nostri piccoli correre e divertirsi giovando a futsal ti ripaga di tutti i sacrifici – e ne abbiamo fatti – sia sotto il profilo economico che dell’impegno personale, ma la soddisfazione di poter disporre di un impianto proprio ripaga del nostro impegno profuso. Vorrei precisare che indipendentemente dalle sorti del campionato attuale della prima squadra, il VIAGRANDE C5 ci sarà sempre. Possa essere C2 – come ci auguriamo – o qualsiasi altra categoria abbiamo messo le basi per un lungo progetto del futsal a Viagrande. Abbiamo passato la soglia del decennale di attività, ma con la lungimiranza mia e di chi mi affianca in questo società, primi fra tutti il vice presidente MAURO TOMARCHIO e il nostro capitano nonché responsabile del settore giovanile SANTI DI MAURO, stiamo programmando un lungo percorso per il futsal viagrandese>>. Presidente, in questi 11 anni di presidenza ha pensato qualche volta di passare la mano? <<Si, inutile nasconderlo. C’è stato qualche istante e preciso istante dove magari ti viene la voglia di mollare. Ma un secondo dopo prende il sopravvento la grande passione per il futsal e per questi colori. Sono da 11 anni Presidente, a questo punto mi tocca completare il conto e arrivare almeno a 20 …>>. L’attuale momento del campionato con una salvezza ancora da conquistare impedisce di pensare al futuro? <<L’attenzione è tutta puntata su queste ultime due partite di campionato che dobbiamo necessariamente vincere. I riferimenti numerici poi ci diranno se ci sarà da giocare il playout. Il futuro? Certamente faremo delle valutazioni ma intanto pensiamo a mantenere questa preziosa serie C2>>. Presidente COSTANZO, per concludere,il VIAGRANDE C5 con le proprie forze è riuscito ad avere una struttura. Ma lo scenario naturale del futsal è il parquet, un palasport e tanta gente che gremisce gli spalti, così come accadeva anni fa a Viagrande. L’entusiasmo di quel tempo si è smarrito per il futsal viagrandese da quando il palazzetto è chiuso per la nota inagibilità. <<Ricordo perfettamente quel periodo con centinaia di spettatori che venivano a sostenere le sorti del futsal viagrandese. La migliore espressione di futsal è il palasport per esecuzione e velocità di gioco oltre alla passione della gente che ti trascina. La problematica del palazzetto dello sport di Viagrande è nota a tutti e purtroppo non ha dei tempi di risoluzione brevi. Confesso che mi piacerebbe molto veder giocare la mia squadra al palasport di Viagrande riportando l’entusiamo di un tempo>>.
Ringraziamo il Presidente del VIAGRANDE C5 MARIO COSTANZO per la lunga intervista concessa al sito www.viagrandec5.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *